Vivere yogico

  • Come lo yoga ti cambia la vita
    Sono varie e soggettive le motivazioni con cui una persona si approccia allo yoga per la prima volta: problemi fisici, stress, bisogno di ritrovare uno spazio di quiete da dedicare a se stessi, scaricare energia in eccesso o al contrario ritrovare vitalità, ricerca di un senso più ampio nella vita. Tutte queste ragioni sono reali, […]
  • Per un Kundalini Yoga libero e indipendente
    Intorno a febbraio 2020, grazie alla pubblicazione del libro “Premka – White bird in a golden cage“, sono emersi racconti di abuso e di cattiva condotta sessuale da parte di Yogi Bhajan, il maestro fondatore del Kundalini Yoga come conosciuto qui in occidente, e del suo staff. Questo ha provocato in tutta la comunità internazionale un […]
  • La funzione del turbante nel Kundalini Yoga (e la mia esperienza)
    Chi comincia a praticare Kundalini Yoga non avrà potuto fare a meno di notare come prima cosa lo strano abbigliamento dell’istruttore, così diverso da quello degli altri insegnanti di yoga: abiti total white, spesso pelle di pecora al posto del tappetino e soprattutto la testa coperta da un turbante, anch’esso di solito bianco. Per quale motivo? Si dice che […]
  • Vivere con purezza
    La purezza è espressione e al tempo stesso nutrimento per l’anima. Purezza non intesa come ingenuità o immaturità, ma come innocenza. Siamo portati a pensare all’innocenza come a qualcosa di infantile, possibile solo durante gli anni in cui eravamo bambini, o giovani ragazzi inesperti della vita. Invece non è così. L’innocenza è qualcosa che rimane, viva e […]
  • La magia della sadhana nell’amrit vela
    C’è una magia, una dolcezza infinita nel praticare yoga e meditare nelle ore dell’Amrit Vela (chiamate anche Ore dell’Ambrosia), quel momento prima del sorgere del sole in cui il mondo è ancora avvolto dall’oscurità e dal silenzio, e tu puoi avvertire più distintamente l’Infinito espandersi dentro di te. Alzarsi prima dell’alba e fare la sadhana (per sapere cos’è, leggi qui) può […]
  • La sadhana nello yoga
    Sadhana significa “pratica spirituale quotidiana”. Può essere una qualsiasi pratica personale, e fa riferimento a tutte le forme di yoga tradizionale. La sadhana è ciò che facciamo ogni giorno per connetterci alla nostra anima e comunicare con l’Infinito che abita in noi e ovunque intorno a noi, per pulire il nostro subconscio e lasciarci trasformare in profondità. In un altro […]
  • Cos’è il nome spirituale (e cos’è stato per me)
    Prendere il nome spirituale è un’usanza molto diffusa tra chi percorre un cammino interiore, qualunque sia la tradizione a cui appartiene, e questo perché cambiare nome significa abbandonare la tua vecchia identità e con essa tutti i condizionamenti legati alla famiglia di origine, alle tue credenze riguardo a chi sei e a chi puoi essere in questo mondo. Significa […]
  • Aprire la porta al cambiamento
    Sono varie e soggettive le motivazioni con cui una persona si approccia allo yoga per la prima volta: problemi fisici, stress, bisogno di ritrovare uno spazio di quiete da dedicare a se stessi, scaricare energia in eccesso o al contrario ritrovare vitalità, ricerca di un senso più ampio nella vita. Tutte queste ragioni sono reali, […]
  • Lo yoga fuori dal tappetino
    Praticare yoga nelle lezioni di gruppo, una o due volte alla settimana, è il primo approccio verso una graduale trasformazione interiore. Quando si comincia a farlo anche a casa da soli, ritagliandosi uno spazio quotidiano di tempo da dedicare alla connessione con se stessi, il cambiamento diventa più profondo e stabile. Più pratichiamo e più a fondo puliamo […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: